Come scongelare un tubo di scarico congelato? Scopritelo!

0
(0)

L’impianto idraulico è parte integrante di ogni casa. Il suo buon funzionamento consente l’utilizzo di molti elettrodomestici, come la lavatrice o la lavastoviglie. Le condutture fognarie trasportano anche i rifiuti della casa dal bagno o dal lavandino. Pertanto, l’intasamento di tale impianto può talvolta rappresentare un problema serio, soprattutto se causato dal gelo e dall’acqua gelata. Come proteggersi da questi guasti?

Tubo fognario interrato

Le condutture fognarie di solito scorrono nel sottosuolo. La profondità a cui si trovano è di grande importanza per il loro funzionamento. Da un lato, devono avere una pendenza ottimale, che consenta ai rifiuti di fluire per gravità nella fossa settica o nella rete fognaria comunale. D’altro canto, i tubi interrati in profondità saranno resistenti al gelo. In genere, la profondità di sicurezza a cui dovrebbero essere collocati gli impianti è di 0,8-1,5 metri sotto la superficie del terreno. Naturalmente, tutto dipende dalla nostra posizione geografica.

Tuttavia, non sempre è possibile ottenere la giusta profondità. In questo caso, l’acqua dell’impianto può congelare, provocando addirittura la rottura del tubo! Questo significherà la paralisi totale per i membri della famiglia.

Come scongelare un tubo di scarico congelato?

Eliminare il ghiaccio dalle condutture fognarie non è facile, e allo stesso tempo va fatto il prima possibile, perché l’acqua che si riversa nelle condutture può continuare a congelare e ad aumentare il suo volume (il rubinetto del ghiaccio fa accumulare l’acqua).

How to thaw a frozen sewer pipe?
Foto https://ecoclean1.com

Vale la pena di provare a scongelare con acqua calda, alimentata dal lato della fossa settica. A tale scopo, si può utilizzare un tubo rigido di tipo PEX attraverso il quale scorre l’acqua calda. Tuttavia, non sempre si ottengono i risultati desiderati.

Rotary nozzle for pressure washer
Ugello rotante per idropulitrice.

Più facile per chi possiede un’idropulitrice. Grazie all’uso di uno speciale ugello, è possibile pulire le fognature e penetrare in angoli e fessure di varia origine. Il design di questo ugello dirige in modo appropriato il flusso dell’acqua, in modo che il tubo penetri nel tubo fognario, pulendolo ad alta pressione.

Portable heating mat for thawing pipes
nVent RAYCHEM EM-DEFROST-MAT

È anche possibile utilizzare tappeti riscaldanti portatili nVent RAYCHEM EM-DEFROST-MAT. Hanno una superficie di 3 m² e sono alimentati a 230 V. Tuttavia, questa soluzione dà risultati dopo un periodo di tempo leggermente più lungo. A seconda della temperatura esterna, della profondità dell’installazione o del tipo di terreno, lo scongelamento con un tappetino riscaldante può richiedere fino a 24 ore. D’altra parte, è il metodo più sicuro e semplice: basta posizionare il tappetino collegato sul terreno sopra il tubo congelato. Per ottenere risultati più rapidi, si può premere contro il terreno con, ad esempio, un OSB.

Come evitare che i tubi delle fognature si congelino?

È molto più facile prevenire la formazione di ghiaccio che trattarlo. Un modo per garantire una temperatura positiva all’interno del sistema fognario durante i periodi invernali è quello di utilizzare un cavo riscaldante adeguato.

Per l’inverno, potete anche isolare il punto in cui passano i tubi delle fognature con uno strato aggiuntivo di polistirolo o fieno posato sul terreno. Ci vorrà molto tempo per scongelare il terreno in questo modo, ma farlo prima dell’arrivo del gelo si rivelerà molto efficace.

Come installare un cavo di riscaldamento in un tubo di scarico?

Il cavo riscaldante funziona in tutte le situazioni in cui l’acqua nei tubi è a rischio di congelamento a causa di un interramento troppo superficiale. Esistono due modi per eseguire l’installazione di riscaldamento di fognature e altre condutture idriche:

  1. Il primo prevede l’installazione di un cavo riscaldante all’interno del tubo,
  2. Un’altra opzione è quella di montare il cavo centralmente sotto di sé.

Il metodo di installazione dipende dalle condizioni tecniche e dall’accesso al tubo.

Che tipo di cavo riscaldante per l’interno di un tubo fognario?

Le tubature dell’impianto idraulico di un’abitazione scaricano spesso ogni sorta di detergenti e sostanze chimiche. Si tratta di condizioni difficili per il funzionamento dell’impianto di riscaldamento, quindi se il cavo deve stare all’interno, deve avere una protezione sufficientemente robusta, adatta a tali condizioni e all’ambiente in cui si trova. Un esempio sono i cavi scaldanti con rivestimento esterno in fluoropolimero:

  1. nVent RAYCHEM Frostguard – cavo scaldante pronto per l’uso, terminato con un cavo di alimentazione dotato di spina per presa di corrente – per tubi interrati a una profondità superiore a 50 cm (contando dalla parte superiore del tubo).
  2. nVent RAYCHEM BTV – cavo scaldante professionale in quattro varianti di potenza, acquistabile a metri per autoterminazione.

Cavo riscaldante nVent RAYCHEM FrostGuard per il riscaldamento dei tubi

Heating cable for pipe heating
nVent RAYCHEM FrostGuard

Cavo scaldante autoregolante nVent RAYCHEM FrostGuard con treccia protettiva e rivestimento in fuloropolimero, secondo la norma IEC 62395. Terminato in fabbrica con un cavo di alimentazione di due metri con spina per una presa da 230 V. Il cavo viene utilizzato per il riscaldamento delle tubature dell’acqua potabile e può essere utilizzato per le tubature fognarie interrate più profonde – più profonde di 50 cm per la Polonia centrale. Il cavo può essere inserito in due o addirittura tre fili paralleli per una maggiore potenza di riscaldamento. Installazione semplice e veloce.

  • Potenza di riscaldamento (a 5°C): 10 W/m

Cavo di riscaldamento per tubi di fogna nVent RAYCHEM BTV

Heating cable for sewer pipes
nVent RAYCHEM BTV

Cavo scaldante nVent RAYCHEM BTV autoregolante (a risparmio energetico), acquistabile al metro. La potenza del cavo scaldante viene scelta in base al diametro del tubo e alla profondità di posa. Sono disponibili quattro potenze:

  • 3BTV2-CT – 9 W/m 
  • 5BTV2-CT – 16 W/m
  • 8BTV2-CT – 25 W/m
  • 10BTV2-CT – 29 W/m – tubi interrati molto superficialmente, anche 25 cm di terreno.

Viene indicata la potenza di riscaldamento W/m a 10°C. L’ampia gamma di cavi è sufficiente per selezionare correttamente la protezione antigelo per le reti fognarie e idriche domestiche.

Trattandosi di un cavo industriale, è necessario eseguire da soli il collegamento al cavo di alimentazione e la terminazione: è meglio affidare questo compito a una persona con qualifiche elettriche.

nVent RAYCHEM CCE-04-CT, CE25-01

A questo scopo si utilizzano kit speciali:

  • nVent RAYCHEM CCE-04-CT – Kit di connessione con cavo di alimentazione 3×1,5/2,5 mm2 e kit di terminazione oppure
  • nVent RAYCHEM CE25-01 – Kit di connessione con pressacavo M25, per il collegamento diretto ai morsetti nella scatola elettrica.

Perché un cavo scaldante autoregolante e non una resistenza fissa?

I cavi a resistenza fissa sono spesso utilizzati per il riscaldamento domestico a pavimento e sono quindi molto diffusi. Tuttavia, quando si tratta di proteggere le tubature, i cavi scaldanti autoregolanti sono molto più indicati. Perché?

  • Garantiscono una maggiore sicurezza.
  • Non bruciare.
  • Sono efficienti dal punto di vista energetico: funzionano con una potenza maggiore dove la temperatura è più bassa.
  • Possono essere tagliati alla lunghezza desiderata.
  • È sufficiente un assemblaggio di filetti.

Per questi motivi, vale la pena di scegliere cavi scaldanti autoregolanti, la cui potenza di riscaldamento dipende dalla temperatura ambiente. I cavi a resistenza fissa, invece, si riscaldano in modo uniforme per tutta la loro lunghezza. Nel caso di un sistema fognario molto lungo, ciò può causare un surriscaldamento in una parte e un sotto riscaldamento in un’altra.

Controllo del riscaldamento del sistema fognario

Il cavo di riscaldamento autoregolante non richiede un termostato per un funzionamento efficace. Tuttavia, l’uso di un’unità di controllo consente di risparmiare ulteriormente. Ciò è dovuto al fatto che il sensore di temperatura darà un segnale di avvio dell’alimentazione solo in caso di gelo e di temperature negative elevate. La centralina di controllo è un’unità di controllo che, a sua volta, viene spesso collocata in cima a un tubo di scarico o a una conduttura dell’acqua.

Per lavorare con il cavo BTV funzionerà benissimo nVent RAYCHEM AT-TS-13 – termostato per tubazioni con controllo della temperatura da -5°C a +15°C. 

Pipe heating thermostat
A – sensore di temperatura sul tubo, B – cavo riscaldante nel tubo di scarico, C – termostato

Il sensore di temperatura “A” deve essere collocato nella parte superiore del tubo, dove lo strato di terreno è più sottile, cioè proprio all’uscita del tubo dall’edificio.

Installazione del cavo di riscaldamento nella condotta fognaria

Installation of the heating cable in the sewer pipe
Inoltre, installiamo il manicotto di terminazione sopra il livello dell’acqua.

Il cavo di riscaldamento deve essere inserito nella tubazione il più vicino possibile all’abitazione e, se possibile, anche all’interno dell’edificio. Il connettore che collega il cavo di riscaldamento alla linea di alimentazione deve trovarsi all’esterno del tubo, non all’interno.

nVent RAYCHEM IEK-25-04 choke for BTV heating cable
strozzatura nVent RAYCHEM IEK-25-04 per cavo scaldante BTV

Il cavo inserito deve essere protetto dai bordi taglienti del tubo per mezzo di uno strozzatore con guarnizioni ovali corrispondenti al design del cavo scaldante.

Se non abbiamo la possibilità di introdurre il cavo dal lato della casa?

Se non è possibile introdurre il cavo dal lato della casa, è possibile farlo anche dal lato della fossa settica. A questo scopo, ad esempio, si può utilizzare il tubo PEX come elemento di supporto. La sua rigidità garantirà l’introduzione del cavo nel tubo fognario.

Per fissare il cavo scaldante al tubo PEX, non utilizzare fascette in filo o in nylon che, se accorciate, sono l’elemento ideale contro cui si impigliano gli oggetti che scorrono nel tubo fognario e che, con il tempo, possono causare ostruzioni.

Riscaldamento delle condotte fognarie sotterranee, una soluzione in fase di costruzione

Heating of underground sewer pipes
Foto Devi

L’impianto creato durante la costruzione della casa e lo scavo del tubo nel terreno avranno un aspetto molto diverso. Se non è possibile posizionarlo alla giusta profondità, si può realizzare uno scaldabagno, come mostrato in figura.

  1. Calcestruzzo (opzionale) e/o isolamento come lo styrodur (opzionale).
  2. Cavo di riscaldamento.
  3. Zavorra di sabbia.
  4. Terra d’origine.
  5. Sensore (non mostrato).

Al n. 1 è indicata una copertura aggiuntiva in calcestruzzo, nel caso in cui l’impianto passi sotto un vialetto o una strada di accesso. Si tratta comunque di un elemento opzionale, così come l’isolamento termico supplementare, utilizzato esattamente nello stesso punto.

Il cavo di riscaldamento, invece, viene fatto passare sotto il tubo e contrassegnato con il numero 2. Nel frattempo, l’intera trincea è stata riempita di sabbia (numero 3). Il materiale scuro all’esterno della trincea, contrassegnato dal numero 4, rappresenta il terreno nativo.

Riscaldare i tubi delle fognature è una buona idea?

La soluzione migliore sarebbe quella di interrare i tubi fognari alla giusta profondità, per evitare che l’acqua geli. Tuttavia, a volte questo non è possibile per motivi tecnici o economici. In questo caso, un sistema di riscaldamento funzionerà perfettamente.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

No votes so far! Be the first to rate this post.

Lascia un commento